Censorship banner.png

Guri:Itis2011-2012

From Wiki - Hipatia
Jump to: navigation, search
Guri

Guri logo.png

Educazione e conoscenza libera

Risorse

Sito Ufficiale
Notizie ed eventi
Galleria Fotografica
Video
Mailing List
IRC
Ufficio

Attività correnti

Itis 2012
La Bottega dei Saperi
Cluster
Attività - Eventi passati

Offrici una birra
Contatti

Mailing List
IRC
Contattaci

Partecipanti attivi
Argon

Palby

Lio

Jucar

GlaxY
Stato: Attivo
Copyleft.svg Copyleft
All wrongs reversed


[[{{#if: Guri | Guri:}}Itis2011-2012/en | en version]]


Descrizione

L'idea è quella di articolare il progetto@Iti in tre parti distinte ma interconnesse. Durante il precedente anno scolastico 2010/11 abbiamo sperimentato, all'interno del laboratorio tenuto con gli studenti, un curriculum che prevedeva la trattazione di un ampio spettro di argomenti in maniera non troppo specifica, per poi approfondire dove importante e dove richiesto dagli studenti. Gli studenti si trovavano a proprio agio con pochi argomenti ben approfonditi piuttosto che con una grande varieta' di temi.

Partendo quindi dall'esperienza dell'anno 2010/2011, abbiamo notato un interesse maggiore per alcuni programmi, quindi vorremmo sperimentare un corso piu' approfondito basato sul software di modellazione in tre dimensioni Blender.

Il progetto verra' ripartito in 3 fasi, una prima fase di assemblaggio e configurazione delle macchine, una seconda invece di lezione, a sua volta pero' divisa in due quadrimestri.

In questo modo è possibile curare una prima parte di "realizzazione" del laboratorio da usare in un secondo momento come "studios" (magari l'obiettivo potrebbe essere partecipare al Suzanne Award) e per ogni altro progetto, staccandoci almeno sulla carta dalla connessione con gli indirizzi informatici, avendo come referenti altri professori di materie scientifiche (Fisica, chimica, matematica) e artistiche che beneficerebbero degli strumenti del software libero e delle loro potenzialità.

Espandendo la parte di realizzazione, i laboratori fornitici fin'ora si sono sempre rivelati dalle prestazioni insufficienti perciò una possibile soluzione sarebbe quella di richiedere macchine più performanti supportando la necessità di calcolo con due macchine del cluster (con relativo rack), di proprietà di Hipatia ma messe a disposizione degli studenti come supporto per eventuali progetti.

La soluzione ottimale sarebbe invece quella di poter realizzare un nuovo laboratorio creato dagli studenti (durante la prima fase) per gli studenti (a partire dalla seconda fase fino al Futuro) impiegando magari inizialmente le macchine del vecchio cluster provenienti da Siena come desktop, e mantenere le altre due di quello nuovo come detto prima, le quali avrebbero però accesso diretto alla rete del Politecnico (senza le limitazioni che hanno i laboratori attuali dell'Iti)

Timeline

  1. Cluster a disposizione di tutti gli studenti, Guri e' il referente, incontro tra guri e studenti per accogliere proposte.
  2. Reclutamento studenti per fase iniziale di configurazione
    • assemblaggio macchine
    • progettazione rete
    • configurazione macchine remote
    • configurazione laboratorio

Risultato: Cluster montanto, controllato da un team (5 persone) di studenti, che fanno anche da sentinelle.

Fase 2
  1. Reclutamento nuovi studenti
  2. Primo quadrimestre in cui si insegnano Debian GNU/Linux (utilizzo di base) + Blender + strumenti di comuncazione e condivisione (rete p2p per condivisione dei file blend, tracker nostro, wiki + sudversion).
  3. Secondo quadrimestre di lavoro con Blender (produzione di piccole animazioni).
    • interazioni con i professori di Fisica per spiegare bene l'utilizzo del render engine di Blender a livello fisico

Partecipanti

Negli anni passati abbiamo notato come la presenza degli studenti degli indirizzi informatici sia poco costruttiva. Erroneamente il nostro corso è sempre stato associato all'indirizzo informatico pensando che le tematiche sarebbero state per lo più tecnico-teoriche, ignorando però la connotazione pratica, etica e multidisciplinare che vogliamo trasmettere dell'uso delle tecnologie informatiche.

Per questo motivo, da quest'anno vogliamo proporre il corso alle sole classi del Liceo Scientifico Tecnologico, portando quindi come referenti professori di materie scientifiche ed artistiche, coi quali collaborare supportando alcuni concetti approfonditi a lezione.

Il corso verrà quindi proposto nelle classi del triennio (3, 4, 5) di tutte le sezioni, inivitandoli ad un incontro preliminare durante il quale attraverso delle attività verranno stabiliti tra gli interessati chi si occuperà della configurazione iniziale del laboratorio

definire attività (deve favorire cooperazione e dinamiche di gruppo, voglia di approfondire e documentare = amore per la scienza)

Utilizzo del Cluster

L'utilizzo primario e' quello di fare load balancing over network per blender.

Configurazione

Policy

Per mettere le macchine a disposizione degli studenti della scuola dobbiamo definire una policy in modo da garantire che queste macchine rispettino l'etica dell'associazione Hipatia e di tutti i suoi membri.

La politica che intendiamo adottare per questi computer deve essere molto semplice e lavorare a livello assiomatico, nel senso che con essa dobbiamo esclusivamente definire i punti fondamentali che stanno alla base del nostro pensiero evitando ogni ulteriore costruzione, in modo da non interferire accidentalmente con buoni propositi condotti nell'etica del software libero.

Per prima cosa Guri si impegna a condividere i computer con tutti gli studenti della scuola, a patto che quando stabilito dalla policy venga rispettato. Le macchine vengono messe in completa compartecipazione con gli studenti per tutta la durata del progetto, restando di proprieta' di Hipatia.

I computer possono eseguire esclusivamente software libero

  • i computer vengono usati dagli studenti per i progetti da loro proposti
  • ogni progetto va documentato e deve fare riferimento ad uno spazio comune (es wiki)


definire: chi ha accesso alla macchina cosa ci puo' fare cosa puo' fare la macchina e il fatto che la mettiamo in comune ma che comunque le macchine sono nostre

Al di fuori della policy si mettono gli studenti che ci hanno aiutato a montare le macchine come referenti

Corso

  • blender
  • coinvolgere materie scientifiche

Materiale

  • 2 macchine old-cluster
  • 20-30 macchine very-old-cluster
  • rack

Specifiche delle macchine

CPU
Socket Designation: Socket 939
Voltage: 1.3 V
External Clock: 201 MHz
Max Speed: 3000 MHz
processor  : 0
vendor_id  : AuthenticAMD
cpu family  : 15
model  : 43
model name  : AMD Athlon(tm) 64 X2 Dual Core Processor 4200+
stepping  : 1
cpu MHz  : 2210.040
cache size  : 512 KB
physical id  : 0
siblings  : 2
core id  : 0
cpu cores  : 2
apicid  : 0
initial apicid  : 0
fpu  : yes
fpu_exception  : yes
cpuid level  : 1
wp  : yes
flags  : fpu vme de pse tsc msr pae mce cx8 apic sep mtrr pge mca cmov pat pse36 clflush mmx fxsr sse sse2 ht syscall nx mmxext fxsr_opt lm 3dnowext 3dnow rep_good pni lahf_lm cmp_legacy
bogomips  : 4420.08
TLB size  : 1024 4K pages
clflush size  : 64
cache_alignment : 64
address sizes  : 40 bits physical, 48 bits virtual
power management: ts fid vid ttp
processor  : 1
vendor_id  : AuthenticAMD
cpu family  : 15
model  : 43
model name  : AMD Athlon(tm) 64 X2 Dual Core Processor 4200+
stepping  : 1
cpu MHz  : 2210.040
cache size  : 512 KB
physical id  : 0
siblings  : 2
core id  : 1
cpu cores  : 2
apicid  : 1
initial apicid  : 1
fpu  : yes
fpu_exception  : yes
cpuid level  : 1
wp  : yes
flags  : fpu vme de pse tsc msr pae mce cx8 apic sep mtrr pge mca cmov pat pse36 clflush mmx fxsr sse sse2 ht syscall nx mmxext fxsr_opt lm 3dnowext 3dnow rep_good pni lahf_lm cmp_legacy
bogomips  : 4420.66
TLB size  : 1024 4K pages
clflush size  : 64
cache_alignment : 64
address sizes  : 40 bits physical, 48 bits virtual
power management: ts fid vid ttp
Memory
total
Mem: 2060088
Swap: 1951856
Mainboard
System Information
Manufacturer: TYAN Computer Corp
Product Name: S2865
Base Board Information
Manufacturer:
Product Name: NF-CK80


Documenti

La documentazione del corso viene divisa in 3 parti. Un primo documento spiega l'attivita' iniziale che si intende fare con gli studenti, descrivendo i metodi di lavoro proposti, di organizzazione e di comunicazione, insieme al loro scopo preparatorio per la seconda parte del corso. Sempre in questo documento, si propone una policy scritta da noi per la gestione delle macchine. Occorre anche fornire le caratteristiche tecniche delle macchine, documentandone i consumi e anche lo spazio fisico occupato.

Un ulteriore documento serve a descrivere invece la seconda parte del corso, ossia quella in cui le macchine predisposte durante l'inizio delle lezioni vengono utilizzate per svolgere calcoli di rendering. Particolare attenzione va posta all'utilita' didattica di simulazioni grafiche nell'ambito scientifico.

Infine occorre presentare una policy che descriva la nostra politica nei confronti delle macchine che mettiamo a disposizione. La policy deve essere proposta e non imposta, e dobbiamo documentare l'importanza di ogni sua voce a livello pratico.

Elenco dei documenti

Piano d'azione

  • 1: Lo scopo finale consiste nella formazione di un gruppo di studenti in grado di gestire / amministrare un'aula informatica interamente libera.

Quest'aula dovrà essere configurata per Blender.

  • 2: Mostrare Blender a livello didattico. Interazione con i professori di fisica.

TO DO

  • Fare policy
  • Spedire policy a Marco -> review e feedback serio prima di spedire a Rigola

WARNINGS

  • Gestione della rete. Sarebbe meglio iniziare a lavorare con il cluster in LAN e poi presentare dei prodotti finiti per richiedere supporto di rete per l'anno successivo.
  • Problematiche nella gestione di una rete internet totalmente aperta. Firewall necessario.