Censorship banner.png

Guri:Project

From Wiki - Hipatia
Jump to: navigation, search
Guri

Guri logo.png

Educazione e conoscenza libera

Risorse

Sito Ufficiale
Notizie ed eventi
Galleria Fotografica
Video
Mailing List
IRC
Ufficio

Attività correnti

Itis 2012
La Bottega dei Saperi
Cluster
Attività - Eventi passati

Offrici una birra
Contatti

Mailing List
IRC
Contattaci

Partecipanti attivi
Argon

Palby

Lio

Jucar

GlaxY
Stato: Attivo
Copyleft.svg Copyleft
All wrongs reversed

Contents

Definizioni

Finalita'
intento educativo generale strettamente correlato ai principi che determinano il modo di concepire l'educazione e la sua funzione sociale. Questo e' da intendersi come le idee che stanno alla base del nostro pensiero e che danno una direzione agli obiettivi (vedi sotto) e al nostro metodo. Es generale: diffusione di un approccio libero alla conoscenza (TODO definire chiaramente "libero").
Obiettivi
e' lo specifico scopo educativo, prettamente correlato alla pratica (alla realizzazione pratica della finalita'). e' una sorta di sotto unita' della finalita', per cui, il percorso stabilito per raggiungere una finalita' puo' essere costituito da piu' obiettivi, consequenziali l'uno all'altro. In pratica, sono tutti gli step da implementare per raggiungere il nostro scopo massimo.
Contenuto
il messaggio concreto che vogliamo trasmettere attraverso le nostre azioni pratica.
Metodo
e' l'articolazione mentale dell'attivita' educativa concreta, basata ed indirizzata su obiettivi e finalita'. In base agli obiettivi che ci prefiggiamo riusciamo ad intuire o inventare un metodo pratico che guidera' tutta la nostra azione educativa. Il metodo individuato puo' essere diverso da obiettivo ad obiettivo anche all'interno dello stesso percorso verso una stessa finalita'. Ovviamente le idee generali saranno la comune base a tutti i diversi metodi.

Segue una lista di punti da definire, riguardanti le 4 definizioni sopra riportate.

Finalita' ed etica di Guri
  • quali sono gli scopi ultimi del progetto Guri?
  • come vogliamo cambiare la societa'?
  • cosa non condividiamo del contesto attuale riguardo alla libera circolazione della conoscenza?
  • cosa non condividiamo del Sistema Educativo italiano odierno?
  • e riguardo al nostro contesto locale (e.g. Biella, Ivrea, Torino ...)?
  • cosa pensiamo di poter cambiare?
  • a quali altri correnti di pensiero ci ispiriamo?
  • che impatto pensiamo che abbia il Sistema Educativo sulla societa'?
  • perche' ci concentriamo sul sistema educativo e non su qualche altro ambito?
  • qual e' il nostro ideale di sistema educativo?
  • come concepiamo le ICT? Come intendiamo utilizzarle per il raggiungimento delle altre finalita'?

Da qui in poi entriamo nello specifico dei corsi. Rispondete in due parti separate alle stesse domande, una vale per la Bottega dei Saperi, l'altra vale per READ (ITIS).

Metodo
  • ognuno di noi dovrebbe elaborare una lista di principi validi in generale per ogni progetto (ITIS e piu'). questi principi ci aiutano quando dobbiamo decidere in concreto come strutturare le lezioni.Bisogna riflettere anche sullo stimolo alla compartecipazione e all'aiuto reciproco all'interno della classe.
  • spiega qual e' l'importanza del documentare il nostro lavoro, di quali mezzi ci avvaliamo per la documentazione e quali aspetti sottolineiamo nel farlo.
  • come intendiamo strutturare il punto di verifica, ovvero il momento in cui gli studenti (e gli insegnanti anche) prendono consapevolezza e feedback sul lavoro svolto e su quello ancora da svolgere?
  • intendiamo adottare metodi coercitivi (nel senso leggero del termine)?
Ruolo dell'insegnante
  • quali abilita' deve avere l'insegnante (in funzione agli obiettivi)?
  • quanto il metodo deve fare perno sulla figura dell'insegnante, e quanto sugli strumenti o gli studenti?
  • come e' concepita l'interazione insegnante/studente?
Ambiente e classe
  • come deve essere la comunicazione tra insegnante e studente (tra noi e gli altri) all'interno e all'esterno della lezione e dell'ambiente classe?